Ritorna all'inizio

Come sfruttare a proprio vantaggio i numeri 2018 sul turismo digitale


Nessun commento

I dati 2018 sul turismo digitale diffusi durante lo scorso TTG Travel Experience di Rimini dall’Osservatorio Innovazione Digitale nel Turismo non ci hanno né stupito né colti impreparati. Infatti, era ancora luglio quando abbiamo fatto l’elenco delle nuove tendenze sul turismo digitale.

Leggi  anche: 9 trend del turismo digitale da seguire nei prossimi mesi.

Il turismo digitale: i dati 2018

Gestisci una struttura ricettiva come un hotel? Oppure sei un property manager dell’extralberghiero? In entrambi i casi, queste cifre sull’innovazione digitale nel settore travel e hospitality ti saranno molto utili per trovare strategie di marketing efficaci e gli strumenti tecnologici da usare per realizzarle.

Dato che i numeri sono tanti, abbiamo selezionato i più utili per il tuo lavoro (qua trovi il comunicato stampa ufficiale dell’Osservatorio Digitale del Politecnico di Milano).

Buone notizie, il mercato dei viaggi in Italia è in ripresa e la crescita è trainata dal turismo digitale:

  • +2% l’aumento totale del mercato turistico, pari a 58,3 miliardi euro, comprensivi di segmento domestico, outgoing e incoming;
  • +8% la crescita del turismo digitale rispetto al 2017;
  • 14,2 miliardi di euro il valore del turismo digitale, ovvero il 24% del totale del mercato;
  • +14% la crescita del canale indiretto di OTA e siti aggregatori, anche se quello diretto continua a prevalere per l’incidenza dei trasporti sul transato.

–> Cosa significano questi numeri per te

Come operatore della ricettività non puoi più trascurare i processi online di vendita, acquisto, promozione e visibilità della tua struttura ricettiva e dei servizi turistici offerti.

Può sembrare scontato, perché buona parte degli operatori turistici pensa di essere al passo con Internet e con i cambiamenti dei comportamenti del turista digitale. Invece spesso il sito web delle strutture ricettive non è navigabile da mobile (responsive), i profili sui social network sono stati aperti e poi abbandonati, non si risponde alle recensioni sui portali, nemmeno le informazioni sulla struttura nella scheda Google My Business sono accurate.

Booking e turismo digitale

Per quanto riguarda il rapporto tra prenotazioni delle strutture ricettive e innovazione digitale:

  • +13% è stato l’aumento delle prenotazioni dirette e digitali via sito, app, social, ovvero l’11% del totale;
  • +46% la crescita del transato via smartphone;
  • 46 sono in media le prenotazioni dirette ricevute, di cui 20 attraverso e-mail e 11 via app e social network (fatto 100 il numero totale delle prenotazioni);
  • e 36 le prenotazioni che arrivano dalle Online Travel Agency e i portali di home sharing.

Dichiara Filippo Renga, direttore dell’Osservatorio Innovazione Digitale nel Turismo del Politecnico di Milano:

I clienti richiedono però a tutti gli attori della filiera un’esperienza online sempre più fluida e personalizzata sulla quale l’offerta si trova spesso in ritardo. Emblematico dato del tasso di abbandono dei carrelli durante la visita a siti e aggregatori calcolato dal nostro Osservatorio eCommerce B2c: il 44% dei visitatori esce immediatamente dal portale; tra chi rimane, il 76% abbandona subito dopo la ricerca del prodotto o del servizio e solo l’1,6% perfeziona l’acquisto.

–> Cosa significano questi numeri per te

Devi studiare il funnel di vendita per individuare più percorsi di acquisto in base al tipo di contatto (lead, cliente freddo, caldo, fedele) e personalizzare l’offerta attraverso servizi turistici innovativi ma anche tradizionali. Leggi anche: 4 Modi per ridurre le cancellazioni dirette del tuo hotel

Ecco perché noi di Edgar abbiamo inserito il collegamento al booking engine della struttura anche nella nostra app per hotel e attività extralberghiere. Così i clienti soddisfatti e caldi potranno prenotare un nuovo soggiorno velocemente dallo smartphone, il canale con il tasso di crescita più interessante negli ultimi 12 mesi.

Inoltre Edgar integra sia i servizi più richiesti, come il car rental. Gli ospiti possono noleggiare direttamente l’auto sull’app della tua struttura facendoti guadagnare una commissione del 5%. Sia le esperienze di viaggio più autentiche e personali, perché Edgar ha al suo interno un marketplace di tour e attività.

 

PROVA EDGAR GRATUITAMENTE

Il comportamento del turista digitale

digital concierge

Le nuove abitudini del turista digitale

Ecco le cifre più importanti sul comportamento del turista digitale:

  • l’86% usa almeno un’app durante il viaggio creando nuove opportunità di engagement
  • l’86% utilizza la rete per prenotare
  • l’83% per cercare informazioni
  • il 36% per scrivere una recensione
  • il 33% condivide l’esperienza online alla fine del viaggio

–> Cosa significano questi numeri per te

La tua presenza online deve essere a 360°. Se metti a disposizione del cliente un’app che integra una chat, come nel caso di Edgar Smart Concierge, hai l’opportunità di assistere l’ospite in modo one-to-one. Contemporaneamente hai un canale privilegiato per proporre al cliente servizi e fare up-selling .

Leggi anche: App di messaggistica per strutture ricettive: 6 consigli per messaggi impeccabili.

Inoltre, devi rafforzare la presenza online della tua struttura ricettiva in modo da aumentare le probabilità che la tua struttura compaia al turista in cerca di informazioni sulla sua prossima destinazione. Quindi non è importante solo il sito web, ma anche la visibilità di hotel, b&b, casa vacanze su social network come Instagram.

Infine, devi garantire al cliente un’esperienza digitale sicura e affidabile sia per i pagamenti digitali sia per la tutela online dei dati personali. In merito a questo, hai aggiornato le tue policy al GDPR? Se no, usa il nostro modello privacy per strutture ricettive.

 

In conclusione, è chiaro che le strutture ricettive hanno bisogno di migliorare e rafforzare la strategia online attraverso le tecnologie digitali più innovative ed efficaci. Afferma Eleonora Lorenzini, Direttrice dell’Osservatorio Innovazione Digitale nel Turismo del Politecnico di Milano:

Si sta affermando una fortissima commistione tra online e offline, che sta discriminando tra chi continuerà ad avere un ruolo nel settore.

 

PROVA EDGAR GRATUITAMENTE

Articoli correlati