Ritorna all'inizio

9 trend del turismo digitale da seguire nei prossimi mesi


Nessun commento

Cos’è il turismo digitale? È il risultato dei cambiamenti che Internet e il mobile hanno prodotto sul modo di viaggiare di tutti noi.

Hai notato se i clienti della tua struttura ricettiva hanno uno smartphone? Se la risposta è sì (molto probabile), allora hai bisogno di conoscere questi 9 trend del mercato turistico.

Non abbiamo intenzione di parlarti di robot, intelligenza artificiale o realtà virtuale. Nell’articolo troverai le tendenze già in corso che nei prossimi mesi si consolideranno sempre di più. Se gestisci una struttura ricettiva, sfrutta questi strumenti e strategie per:

  • trovare nuovi clienti
  • aumentare la soddisfazione degli ospiti
  • incrementare i guadagni
  • non rimanere indietro rispetto alla concorrenza

9 trend del turismo digitale per strutture ricettive

Per individuare queste 9 tendenze ci siamo serviti di sondaggi e studi internazionali condotti da grandi multinazionali, come Google, da società di ricerca e consulenza specializzate nel settore travel e hospitality (in particolare il report di EyeforTravel Driving Intelligent, Interconnected Mobile Engagement Throughout The Travel Journey) e grossi operatori del turismo online (Expedia).

1. Sempre più smartphone e app di messaggistica

app messaggistica

Nel 2020 ci saranno 6 miliardi di smartphone in circolazione

Dal 2008 a oggi i dispositivi mobile connessi sono passati dal 17% al 60%. Se al momento ci sono 4 miliardi di smartphone in circolazione, nel 2020 si stima saranno 6 miliardi. Anche le app di messaggistica cresceranno, passando da 5 a 7 miliardi di account. I dati sono stati forniti a inizio 2018 da IHS Markit, società di analisi americana quotata in borsa.

Cosa significa per le strutture ricettive? Il canale per raggiungere i clienti di hotel o bed & breakfast, villaggi turistici o agriturismi, sarà sempre più mobile. Gli strumenti da usare sono tanti: e-mail, sms, app, notifiche push, sito web ottimizzato per mobile.

Le app di messaggistica diventeranno un tool indispensabile per gli operatori della ricettività. Le persone oggigiorno sono abituate a chattare non solo tra loro ma anche con le aziende, usando WhatsApp e Facebook Messenger. Sono canali veloci ma non invasivi. Ecco perché anche la nostra app di digital concierge per strutture ricettive, Edgar Smart Concierge, usa le notifiche push e la chat interna con cui l’host comunica velocemente con l’ospite.

2. E-mail sì, ma rinnovate

e-mail marketing

Le e-mail continueranno ad essere efficaci

In base al sondaggio SAP Digital Interconnect 2017, le aziende stanno ancora cercando lo strumento migliore per coinvolgere i consumatori. Il 74% opta per le e-mail, il 42% preferisce le notifiche push, il 34% le app di messaggistica, il 30% usa gli SMS.

Cosa significa per le strutture ricettive? I trend del turismo digitale dei prossimi mesi non rappresentano una rivoluzione totale. La comunicazione del futuro è fatta di un mix di canali nuovi e tradizionali, anche se rinnovati. Ad esempio, le e-mail dovranno essere ottimizzate per il mobile. È probabile che il tuo ospite leggerà la posta dallo smartphone: scegli un formato verticale e non utilizzare immagini pesanti.

Inoltre, l’e-mail marketing dovrà essere a misura di ospite. Con Edgar Smart Concierge puoi inviare e-mail automatiche ma anche personalizzabili per: invitare il cliente a scaricare l’app, fare il fast check-in, segnalare servizi ed esperienze di viaggio selezionati appositamente per lui.

3. Prenotare una stanza con la ricerca vocale

Siri, Google Assistant e Cortona sono gli assistenti vocali più famosi. Secondo il report Mobile Travel Trends for 2018 di Travelport Digital,  il 23% dei viaggiatori ha già usato la ricerca vocale per ricercare o prenotare un viaggio. La voice search piace ai turisti perché permette di cercare più velocemente: in un minuto diciamo 150 parole ma ne digitiamo 40. In più è molto comoda quando abbiamo le mani impegnate.

Cosa significa per le strutture ricettive? I turisti si stanno abituando a chiacchierare con bot e assistenti vocali. Così come è possibile prenotare un volo o un taxi tramite la voice search, il cliente dovrà poter prenotare la stanza del tuo hotel. Grazie alle tecnologie sempre più economiche ma anche migliori nel riconoscimento vocale, potrai offrire questo servizio anche ai tuoi ospiti senza costi eccessivi.

4. Info, servizi e promozioni per avere successo

app per viaggiare

Il turista usa lo smartphone per cercare info e servizi a destinazione

L’87% dei viaggiatori considera utili le notifiche mobile relative ai viaggi in programma (How people use their phones to travel, Google). Tra le notifiche più utili ci sono quelle su sconti, offerte, nuovi prodotti e servizi. Nella ricerca leggiamo:

Smartphones are travel guides. More than half of smartphone users turn to their device in
I-want-to-go moments. Most often, they’re seeking out discounts and researching activities to do before and during their trip.

Cosa significa per le strutture ricettive? Usa il canale mobile per fornire i tuoi clienti contenuti utili per il viaggio. Riduci il materiale cartaceo ingombrante per il cliente e costoso da stampare e aggiornare per te. Piuttosto metti a disposizione dell’ospite direttamente sullo smartphone tutte le info sulla struttura (orari, stanze e servizi) e sulla destinazione (monumenti, attrazioni, strutture come aeroporti etc.)

Sull’app di Edgar Smart Concierge hai:

  • una sezione in cui inserire le info sulla struttura ricettiva, comprese le immagini delle tue accoglienti stanze;
  • un e-commerce integrato dove mostrare e vendere servizi interni, esterni, esperienze di viaggio disponibili e consigliati da te;
  • la mappa mobile geo-localizzata con i punti di interesse e le attività da fare in zona

5. Sempre con il cliente

Expedia, una delle OTA leader del mercato turistico mondiale insieme a Booking.com, ha rivelato che il 36% dei turisti inglesi, francesi e tedeschi usa lo smartphone per trovare ispirazione per viaggiare e ben il 67% si affida al telefono durante il soggiorno per attività e servizi direttamente collegati alla vacanza, come cercare un ristorante (European Travel and Tourism Trends, Expedia). Più esattamente, secondo la ricerca The Changing Face of Tours and Activities di EyeforTravel, i turisti prenotano attività e servizi nelle 48 ore che precedono la partenza.

Leggi anche: Come vendere tour ed attività di viaggio: infografica e consigli utili per strutture ricettive innovative.

Cosa significa per le strutture ricettive? Hotel, b&b, campeggi, case vacanze etc. devono presidiare tutte le fasi del viaggio: dalla ricerca alla prenotazione, dal soggiorno al rientro a casa. Fatti trovare dai tuoi potenziali clienti quando stanno cercando ispirazione. Ad esempio utilizza il blog e i social network per raccontare la destinazione in cui ti trovi. Poco prima della partenza, suggerisci all’ospite servizi esterni, come il noleggio dell’auto, ed esperienze di viaggio.

In questo secondo caso, usa l’app mobile della tua struttura ricettiva per essere più efficace. Perché attraverso l’app puoi inviare notifiche push sullo smartphone del cliente che sta per arrivare e fare up-selling di servizi esterni. Prova anche tu questa strategia grazie a Edgar Smart Concierge. Con Edgar invii le notifiche prima della partenza mentre durante il soggiorno il tuo ospite trova sull’e-commerce integrato nell’app i servizi di cui ha bisogno.

PROVA EDGAR GRATUITAMENTE

6. Più web mobile che app

Le aziende del mercato turistico investono più in tecnologie mobile per il web che in app. Infatti secondo il report Driving Intelligent, Interconnected Mobile Engagement Throughout The Travel Journey di EyeForTravel, il 39,3% delle strutture ha dato priorità allo sviluppo delle tecnologie mobile web, il 16,4% alle app, il 32,4% ad entrambe.

Cosa significa per le strutture ricettive? Il sito web ottimizzato per mobile deve essere una priorità. Infatti gli ultimi aggiornamenti lanciati da Google, penalizzano i siti che non sono responsive, veloci, sviluppati per la navigazione da mobile. Tuttavia sito web e app sono due strumenti diversi. L’app della struttura ricettiva permette di coinvolgere di più il cliente e di comunicare con lui in maniera push. 

Noi di Edgar abbiamo pensato anche alle strutture ricettive che sono ancora a metà strada tra web e app. Infatti per soddisfare le esigenze e le strategie di tutti gli operatori della ricettività, a breve rilasceremo delle Landing Page in white label. Ovvero sarà possibile avere una versione web dell’app attraverso cui promuovere sul proprio sito le esperienze e i servizi proposti su Edgar Smart Concierge, senza ulteriori registrazioni.

7. Volano le offerte mobile

Sapevi che le offerte mobile vengono vendute 10 volte di più di quelle stampate (eMarketer)? Ma per riuscire a cavalcare questo trend è necessario che l’intero processo di acquisto sia semplice. Proprio come hanno fatto le OTA, che prima permettono al turista di prenotare in pochi click. Poi spingono i servizi ancillari via e-mail e con campagne di remarketing.

Cosa significa per le strutture ricettive? Usa notifiche push via app, sms o e-mail se vuoi fare up-selling di servizi, dopo aver ricevuto la prenotazione.

Leggi anche: Come guadagnare con i servizi ancillari per alberghi e attività ricettive

8. Niente più ostacoli ai pagamenti mobile

pagamenti digitali

Il consumatore ormai è abituato a pagare via smartphone

Il 36% dei travel brand ha pianificato di investire in piattaforme di pagamento mobile nel 2018 (Mobile Travel Trends 2018, TravelPort). I pagamenti con lo smartphone non sono una novità. Ma solo in questo ultimo periodo i consumatori si stanno abituando ad acquistare sempre e ovunque via smartphone grazie alla maggiore diffusione del mobile e al miglioramento dei sistemi di sicurezza.

Cosa significa per le strutture ricettive? Anche gli operatori del turismo digitale devono mettere a disposizione degli ospiti questa opzione di pagamento. In questo modo, assecondando le nuove abitudini di acquisto dei consumatori, miglioreranno la guest experience e la soddisfazione del cliente.

Gli ospiti delle strutture ricettive che utilizzano Edgar Smart Concierge, possono acquistare i servizi disponibili in pochi click, direttamente sull’app. Inoltre, l’host guadagna una commissione per ogni acquisto in app di un servizio esterno. Nonostante i vantaggi, abbiamo lasciato agli operatori delle attività ricettive la possibilità di abilitare o meno questa funzione, per andare incontro alle esigenze di chi ancora non vuole abbandonare i metodi di pagamento tradizionali.

9. Più coinvolgimento con le App

Abbiamo verificato tra i nostri clienti, che ben il 30% degli ospiti invitati a scaricare l’app di Edgar, fa il download e si collega alla struttura ricettiva. Tra i vantaggi delle app di digital concierge segnaliamo:

  1. anche se il cliente si dimentica di aver scaricato l’app della struttura ricettiva, riceverà comunque le notifiche push su servizi e promozioni. Certamente non bisogna esagerare con i messaggi, ma trovare il giusto equilibrio.
  2. grazie all’app comunichi con l’ospite durante tutte le fasi del viaggio e così rafforzi la relazione con lui e conquisti la sua fiducia.

Non dimenticare che scaricando l’app, il tuo ospite ti ha fatto capire che vuole essere contattato da te. In cambio si aspetta info e servizi utili per migliorare il suo soggiorno. Prova gratis per 30 giorni Edgar Smart Concierge e sfrutta subito i trend del turismo digitale.

PROVA EDGAR GRATUITAMENTE

Articoli correlati