Ritorna all'inizio

HRS: prezzi degli hotel a Firenze e nel resto d’Italia


Nessun commento

HRS – Hotel Reservation Service ha pubblicato pochi giorni fa l’Hotel Price Radar. Si tratta del rapporto sui prezzi degli hotel in Italia e nel mondo nel secondo trimestre del 2018.

Le tariffe delle strutture ricettive alberghiere italiane sono stabili anche se ci sono delle differenze importanti tra città. Ma continua a leggere, perché c’è di più. In particolare, abbiamo approfondito il settore hospitality a Firenze dopo l’ennesima polemica sugli affitti brevi Airbnb da parte delle associazioni di categoria locali.

I prezzi degli hotel in Italia

I numeri che leggerai sono di quelli a cui fare attenzione, perché forniti da HRS. Forse conosci già Hotel Reservation Service, uno dei portali di prenotazione hotel leader in Europa con oltre 300.000 strutture di tutte le categorie distribuite fra 190 paesi nel mondo.

Secondo il rapporto Hotel Price Radar di HRS, la media delle tariffe delle attività ricettive alberghiere italiane nel 2° trimestre del 2018 è uguale a quella degli stessi mesi del 2017.

La media è identica nonostante in alcune città ci siano stati forti ribassi. In particolare, a Mestre e Caserta le tariffe sono scese rispettivamente dell’8,8% e del 6,1%. In altre città invece i prezzi degli hotel sono aumentati. A Firenze è stato registrato un rincaro del 2,4%. A Milano del 5%.

Quanto costa in media una notte in hotel in Italia?

Il prezzo medio degli hotel è di circa 100 euro a notte, 97 euro per essere precisi. Ovviamente essendo una media, ci sono città con tariffe per stanza molto basse oppure nettamente più costose. A Firenze una camera costa 126 euro a notte, a Milano 125 euro. A Torino e Genova circa 100 euro. Gli hotel più economici si trovano a Caserta con 77 euro.

Il turismo a Firenze nei primi 6 mesi del 2018

prezzi degli hotel Firenze

Il turismo a Firenze è cresciuto nei primi 6 mesi del 2018

I questi ultimi giorni di luglio 2018 si è riaccesa la polemica sugli affitti turistici Airbnb a Firenze, da parte degli albergatori di Confindustria. Al momento gli appartamenti a Firenze presenti su Airbnb sono più di 10.000, di cui poco meno di 6.000 in centro.

Non entriamo nella polemica, ma guardiamo i numeri*. Il turismo a Firenze è cresciuto nei primi 6 mesi del 2018. Gli hotel hanno registrato un +1,4% di arrivi. L’extralberghiero ha segnato addirittura un +10% e un aumento del 13% dei pernottamenti. La crisi riguarda le strutture alberghiere con 1 o 2 stelle che ormai offrono solo 3.300 posti letto rispetto agli oltre 50.000 ufficiali disponibili in città.

L’aspetto più interessante riguarda i prezzi degli hotel e delle strutture extralberghiere a Firenze. Secondo i dati di AirDNA, il prezzo medio degli appartamenti in affitto su Airbnb è maggiore rispetto ai 3 stelle di circa il 20/25% nei mesi di febbraio e marzo e identico a giugno.  Il settore alberghiero infatti è trainato dagli hotel 4 stelle superior e 5 stelle. Il prezzo medio di una stanza in un hotel 4 stelle superior è di 236 euro a notte. In un 5 stelle di 607 euro.

Ciò significa il prezzo non è il fattore determinante nella scelta della struttura ricettiva in cui alloggiare. Entrano in gioco altre variabili. Come i servizi offerti e l’assistenza nel caso degli hotel. Oppure lo spazio a disposizione per gruppi di amici e famiglie per le locazioni brevi.

Leggi anche 5 motivi per cui i turisti preferiranno gli hotel alle locazioni brevi nel 2018

I prezzi degli hotel nel mondo

HRS hotel price radar 2018

Prezzi degli hotel in Europa e nel mondo

Diamo uno sguardo per curiosità a quello che succede oltre i nostri confini.

Anche i prezzi degli hotel in Europa sono stabili. La tariffa media massima è 179 euro, la minima 74. Milano è esattamente a metà classifica, seguita da Lisbona e Roma con 115 euro a notte.

Le strutture alberghiere più care si trovano a Copenaghen, Londra, Amsterdam e Zurigo. La città che ha registrato il maggiore aumento è stata Mosca, a causa dei mondiali di calcio. Quella con il maggiore ribasso è Oslo.

A livello globale invece c’è stato un calo delle tariffe nel settore hospitality. La città più costosa si conferma ancora New York, nonostante una flessione dei prezzi pari al 7,7%. Cali ben maggiori sono stati registrati a Sydney (-13,9%), Città del Messico (-21,4%), Città del Capo (-18,0%), Mumbai (- 15,5%), Rio de Janeiro (-28,6%). La città più economica è Kuala Lampur con 58 euro a notte.

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani sempre aggiornato sulle novità del settore turistico e ricettivo. Per leggere altre news, consigli e suggerimenti per migliorare la gestione della tua attività ricettiva, iscriviti alla nostra newsletter.

Edgar Smart Concierge è il digital concierge per hotel e strutture extralberghiere che ti permette di assistere il cliente con successo grazie alla tecnologia mobile. Con l’app di Edgar soddisferai il nuovo modo di viaggiare dei clienti che vogliono servizi, info e assistenza direttamente sul loro smartphone. Inoltre, Edgar è a misura di struttura ricettiva perché il prezzo è calcolato in base al numero dei posti letto che gestisci.

Bastano 40 secondi per capire come funziona Edgar Smart Concierge. Guarda il video.

*FonteFirenze, gli hotel attaccano: «Il Comune fermi gli Airbnb»

Articoli correlati