Ritorna all'inizio

Google Hotel Search: 5 cose da fare subito per alberghi e case vacanza


Nessun commento

La nuova Google Hotel Search ora è disponibile anche da desktop. Lo hanno annunciato Emmanuel Marot e Ben Austin, product manager dell’area hotel di Big G. (alias Google), il 31 ottobre 2018 in un post sul blog, dal titolo A new way to browse hotels on Google.

Forse ti starai chiedendo:

perché questa novità dovrebbe interessarmi, dato che riguarda i turisti in cerca di un alloggio piuttosto che gestori di alberghi e host del settore extralberghiero?

Attenzione! Tra questi risultati di ricerca ci sono anche il tuo hotel o le tue case vacanza. Innanzitutto, devi verificare che la struttura ricettiva da te gestita vi compaia nel modo giusto. Inoltre, ti consigliamo di adottare 5  accorgimenti per apparire al meglio nella nuova Google Hotel Search e sfruttarla a tuo vantaggio.

Com’è la nuova Google Hotel Search

Il search engine più importante del web ha iniziato a modificare la ricerca degli hotel fin da inizio anno. Il suo obiettivo (quello dichiarabile almeno) è semplificare il modo in cui i viaggiatori di tutto il mondo cercano e selezionano l’alloggio.

A febbraio però, queste modifiche erano disponibili solo per la Google Hotel Search per smartphone. Anche questo è significativo. Google sa perfettamente che gli utenti utilizzano i dispositivi mobile per trovare informazioni e organizzare il viaggio. Anche tu non dovresti mai dimenticare quanto è importante avere un sito web dell’hotel ben ottimizzato per la visualizzazione da telefono.

Per avere un sito perfetto, leggi: Le 15 (+1) caratteristiche dei siti web per hotel e strutture ricettive

e iscriviti alla nostra newsletter per non perderti le novità più importanti sul settore travel e hospitality, ricevere consigli e risorse utili per il tuo lavoro.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Il nuovo design di ricerca di hotel e case vacanza

Il nuovo design, a breve disponibile in tutto il mondo, è semplice ma completo.

Se l’utente digita hotel + nome località, compare la mappa con le tariffe (subito dopo gli immancabili annunci a pagamento). Cliccando sulla mappa, il tuo potenziale futuro cliente accede alla nuova Google Hotel Search.

Qui gli alberghi sono disposti in una griglia, in fila per 3. A destra c’è sempre la mappa, questa volta in verticale. Se l’utente sposta la cartina per cercare in una determinata zona oppure ingrandisce, i risultati a sinistra si aggiornano.  Di default, le strutture ricettive sono ordinate per corrispondenza migliore e possono essere filtrate in base a prezzo, servizi disponibili, categoria ed eventuali promozioni.

Il box di ogni struttura comprende:

  • immagine
  • prezzo in sovraimpressione
  • stelline con la media del punteggio delle recensioni
  • 2 righe di descrizione
Google hotel search Milano

Come potrebbe essere la Google hotel search di Milano

Tra i filtri, c’è anche quello per scegliere tra hotel e case vacanza. A dimostrazione che Google, come gli altri leader del mercato, presta molta attenzione al settore extralberghiero.

case vacanza Milano

Il filtro per le case vacanze nella Google Hotel Search

Le novità sulla scheda hotel

Google Hotel Finder

Panoramica dell’hotel su Google

Se l’utente clicca sul box di un albergo o casa vacanze, entra nella scheda struttura che comprende 5 tab:

  1. panoramica. L’aspetto più interessante di questa sezione è il box a destra con il voto sulla posizione della struttura e la distanza in km dalle prime tre cose da fare e vedere nelle vicinanze, le fermate autobus, gli aeroporti.
  2. prezzi. Questa sezione funziona come un vero e proprio metasearch.
  3. recensioni. Dedicando una tab specifica alle review, Google dimostra di essere molto interessato alle recensioni dei clienti, a cui fino a non molto tempo fa aveva dato meno spazio rispetto a TripAdvisor o Booking.com. Infatti, negli ultimi mesi Big G. si è impegnato tantissimo nella raccolta di feedback sulle attività commerciali locali. Interessantissima la valutazione per tipo di viaggiatore (guarda l’immagine seguente) che puoi sfruttare per capire meglio il tuo target.
  4. informazioni
  5. foto
recensioni online hotel

Fai attenzione alla valutazione per tipo di viaggiatore

Google Hotel Search: 5 consigli per far bene

Google non ha modificato la ricerca per hotel e case vacanze solo per essere più semplice e intuitivo.

Con tutti questi aggiornamenti, iniziati da parecchi mesi e che di sicuro proseguiranno, Big G. vuole offrire un’esperienza di ricerca completa per soddisfare il viaggiatore in tutte le fasi di organizzazione del viaggio, dalla scelta della destinazione alla prenotazione, passando per la pianificazione.

In questo modo vuole veicolare tutto il traffico e frapporsi tra l’utente e Booking, TripAdvisor, Kayak. Indebolendoli.

Forse queste strategie di marketing tra i leader milionari del mercato non ti interessano. Anche se i loro effetti ricadranno pure su di te.

Nel frattempo però, puoi migliorare la presenza online delle struttura ricettiva in modo da comparire al meglio tra i risultati delle nuova Google Hotel Search. Per farlo ti diamo 5 suggerimenti:

  1. controlla la lunghezza del nome dell’albergo o casa vacanze. Al momento sembrerebbe che nel box di anteprima, venga troncato dopo 24 caratteri circa;
  2. dato che i risultati della nuova Google Hotel Search sono filtrabili anche in base ai servizi, assicurati che tutto ciò che offri ai clienti sia segnalato correttamente;
  3. aggiorna, completa e uniforma le informazioni sulla scheda Google My Business e le OTA;
  4. verifica le foto nella sezione dedicata. Google raccoglie immagini da più fonti. Controlla che siano accurate o sostituiscile nei rispettivi portali;
  5. monitora le prenotazioni per capire da dove arrivano e se stanno avvenendo cambiamenti nel traffico.

Se Google si rinnova, aggiornati pure tu. Rimani informato sulle novità del settore hospitality attraverso la newsletter di Edgar Smart Concierge, il digital concierge per hotel e strutture extralberghiere per assistere al meglio il cliente incrementando i guadagni senza lavorare di più.

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Articoli correlati